Home / Consigli per dimagrire / Zucchero o Dolcificante…. tu cosa scegli?
zucchero o dolcificante

Zucchero o Dolcificante…. tu cosa scegli?

Seppur gustoso, e tanto amato purtroppo lo zucchero contribuisce a carie e obesità, ma ancora oggi abbiamo l’abitudine di aggiungere uno o più cucchiaini di esso nelle bevande calde, nel latte con i cereali e in tanti altri cibi.

Quel che è peggio però, è che la presenza dello zucchero negli alimenti viene aumenta dall’industria alimentare, che lo usa in ogni tipo di prodotto.

Cosa scegliere Zucchero o  Dolcificante?

In commercio esistono diversi tipi di dolcificanti artificiali, diversi tipi di miele, e dolcificanti naturali, in questo articolo cercheremo di aiutarvi a capire e a scegliere quale soluzione adottare per rendere la vostra vita dolce ma senza rischi.

Se state cercando la risposta esatta alla domanda Zucchero o Dolcificante, ecco a voi un post che puo’ aiutarvi a trovare la risposta che cercate!

Zucchero o Dolcificante: ecco la verità su 10 dolcificanti comuni .

zucchero o dolcificanteSaccarosio

Il Saccarosio è semplicemente il comune zucchero da tavola

Calorie: 16 per ogni cucchiaino da tè

Dove si trova : naturalmente nella frutta , aggiunto ai prodotti da forno , marmellate , marinate, condimenti per insalata

Il Saccarosio offre energia ma senza benefici nutrizionali. Nel 2003, un team di esperti internazionali pubblica uno studio che afferma che gli zuccheri aggiunti non devono costituire più del 10 % del fabbisogno giornaliero cioè circa 12 cucchiaini da tè ( 50 grammi) per una dieta di 2.000 calorie .

Ma nel 2009 l’American Heart Association ha invece modificato questa informaziona, diminuendo le quantita a 6 cucchiaini da tè ( 25 grammi ) per le donne e per gli uomini non più di 9 ( 37,5 grammi)

Acesulfame potassio

Calorie : 0

Dove si trova: Bevande analcoliche, gelatine, gomme da masticare, semifreddi

Questo dolcificante artificiale non contiene sostanze nutritive ed è stato approvato dalla Food and Drug Administration ( FDA ) nel 1988 , il che significa che ora ha un track record di 22 anni in cui non sono emersi problemi

Tuttavia, i test pre-mercato erano scarsi. Hoescht, il produttore della sostanza chimica, ha reso pubblici un paio di studi di lungo termine sugli animali, che hanno mostrato che potrebbe avere un collegamento con lp sviluppo del cancro ( anche se gli studi sugli animali non sempre si traducono per l’uomo) .

Per questo Nel 1996 , il Center for Science in the Public Interest ( CSPI ) ha invitato la FDA a richiedere più test, al momento i risultati dei test hanno dimostrato che la sostanza possa essere assunata con moderazione senza problemi.

Nettare di agave

Calorie: 20 per ogni cucchiaino da tè

Dove si trova: cereali, yogurt , tè

Il nettare è prodotto dall’agave cactus, ed il suo gusto e la consistenza sono molto simili al miele . Non contiene tanti antiossidanti come il miele, ma contiene circa la stessa quantità di calorie. Tuttavia, l’agave è più dolce dello zucchero, i sostenitori di questo dolcificante naturale suggeriscono che quindi sia migliore dello zuccherò perchè se ne puoà usare meno per ottenere lo steso grado di dolcezza.

Esso contiene più fruttosio dello zucchero da tavola, che, secondo uno studio recente, significa che ha meno probabilità di causare un picco di zuccheri nel sangue, ma potrebbe essere più in grado di ridurre il metabolismo e la sensibilità all’insulina.

Aspartame

Calorie : 0

Dove si trova: bevande , gomme da masticare , yogurt , pastiglie per la tosse

Uno dei dolcificanti artificiali più studiati, l’aspartame è stato accusato di causare l’aumento di probabilità di contrarre il cancro .

Tuttavia, da quando è stato approvato dalla FDA nel 1981, gli studi hanno non trovato alcuna prova convincente che affermi che l’aspartame sia dannoso. A questo proposito infatti la FDA , l’ Organizzazione Mondiale della Sanità , e l’American Dietetic Association dicono che l’aspartame con moderazione non pone minacce.

Sciroppo di mais

Calorie: 17 per ogni cucchiaino da tè

Dove si trova: bibite, dolci, cereali

Questo dolcificante molto dibattuto, contiene gli zuccheri fruttosio e glucosio di sciroppo di mais trasformati.

Viene utilizzato soprattutto per i cibi confezionati perché è più conveniente del saccarosio e fornisce ai prodotti una durata più lunga. Molti cibi confezionati come cereali e yogurt contengono HFCS come aggiunta di zucchero al posto del saccarosio .

Alcuni studi dicono che le bevande zuccherate con gli HFC contribuiscono all’obesità più del saccarosio, ma altri mostrano che non è tanto peggio del saccarosio per la salute.Conclusione: è meglio limitarne il consumo .

Miele

zucchero o dolcificanteDove si trova: cereali, prodotti da forno, tèCalorie: 21 per ogni cucchiaino da tè

Il miele contiene tracce di vitamine e minerali e gli studi suggeriscono che non può aumentare il glucosio nel sangue più velocemente di altri prodotti dolci .

( Di solito è meglio per il corpo avere un aumento lento e costante della glicemia dopo i pasti , piuttosto che un picco drammatico . )

Il Miele, tuttavia, non contiene poche calorie e dovrebbe essere usato con parsimonia, come qualsiasi altro dolcificante pieno di calorie .

Neotame

Calorie : 0

Dove si trova: alcune bevande, prodotti caseari, semifreddi, budini, succhi di frutta

L’ultimo ad approdare sul mercato il Neotame è un dolcificante artificiale che è stato approvato dalla FDA nel 2002.

E ‘ circa 7.000 /13.000 volte più dolce dello zucchero da tavola in base al prodotto a cui viene aggiunto. Questo dolcificante è prodotto dalla stessa azienda che produce l’aspartame . Neotame è uno dei pochi dolcificanti che non contiene sostanze nutritive che ha ottenuto il sigillo di approvazione da parte del CSPI, anche se è raramente utilizzato in prodotti di uso quotidiano .

Rebiana

Calorie : 0

Dove si trova: bevande di dieta , yogurt, i singoli pacchetti

Rebiana è un derivato dalla pianta di stevia, esso è ritenuto l’alternativa naturale ai dolcificanti artificiali .

Sebbene gli estratti di stevia grezzi non sono approvati dalla FDA, quelli raffinati si sono guadagnati l’etichetta di prodotto sicuro con l’approvazione da parte della FDA nel 2008 . Tuttavia, un gruppo di UCLA tossicologi ha scritto una lettera alla FDA quell’anno affermando che molti ( ma non tutti) test di laboratorio hanno mostrato che questo dolcificante puo’ causare mutazioni e danni al DNA e ha sollecitato ulteriori test . Fino a ulteriori test , cercate di consapevoli della quantità che utilizzate.

Saccarina

zucchero o dolcificante

Calorie : 0

Dove si trova: Bevande , prodotti in scatola , caramelle

Gli studi effettuati su ratti nei primi anni ’70 hanno trovato un legame tra consumo di saccarina e tumore della vescica, Nel 1981 era stato emesso l’obbligo che tutti gli alimenti che contengono saccarina siano muniti di un’etichetta di avvertimento .

Studi successivi hanno dimostrato invece che questi risultati possono avvenire solo nei ratti, in quanto non vi sono prove che la saccarina provochi il cancro negli esseri umani.

La Saccarina è stata rimossa dalla Relazione della US National Toxicology Program sugli agenti cancerogeni nel 2000 e il Congresso ha abrogato l’etichetta di avvertimento .

Sucralosio

Calorie ( per 1 cucchiaino da tè) : 0

Dove si trova : Bevande di frutta , conserve di frutta , sciroppi

Il sucralosio ha ricevuto l’approvazione della FDA nel 1998 , e anche se uno studio ha dimostrato che può avere un impatto negativo sul sistema immunitario, successivi studi non hanno trovato alcuna correlazione .

Il CSPI lo ritiene sicuro , e diversi studi hanno trovato che non è cancerogeno. Questo dolcificante è uno dei pochi non sensibili al calore e può quindi essere utilizzato in cottura, utile per coloro ch sono a dieta o che hanno il diabete .

Zuccheri Alcoli

I piu conosciuti: sorbitolo , xilitolo , mannitolo

Calorie: 10 per ogni cucchiaino da tè

Trovato in : caramelle senza zucchero, gomme da masticare, dolci

I polialcoli non sono dolcificanti – non hanno sostanze nutritive è contengono 2,6 calorie per grammo, ma non causano la carie come lo zucchero da tavola. Anche se sono generalmente meno dolci e calorici dello zucchero, mangiarne grandi quantità (in particolare di mannitolo ) può causare gonfiore e diarrea.

Sono spesso utilizzati in alimenti senza zucchero commercializzati per diabetici, perché contengono meno carboidrati dello zucchero da tavola.

Ora che siete informati a avoi la scelta… Zucchero o Dolcificante??

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

quindici + diciotto =