Home / Salute e Bellezza / Psoriasi, curarla e affrontarla!

Psoriasi, curarla e affrontarla!

Tra 5,8 milioni e 7,5 milioni di persone vivono con la Psoriasi, una malattia della pelle, ma in quasi la metà dei casi, che sia la malattia moderata o grave, il trattamento per la psoriasi non da ottimi risultati!

La psoriasi è una malattia della pelle abbastanza, in alcuni casi molto evidente, e può talvolta provocare discriminazione, soprattutto quando chi ne è affetto è in giovane o giovanissima età.

Cos’è la Psoriasi?

psoriasiLa psoriasi è una malattia della pelle cronica spesso dolorosa e pruriginosa che produce chiazze rosse e infiammate sulla pelle. Le macchie, che non sono contagiose, di solito sono coperte con un accumulo bianco di cellule morte della pelle. Gli scienziati, tutt’oggi, non sono sicuri quale sia la causa della psoriasi , ma sanno che la psoriasi comporta una disfunzione genetica che innesca una risposta immunitaria inappropriata, che porta alla rapida produzione di nuove cellule cutanee.

Tipi Psoriasi  e Cause

Ci sono cinque tipi di psoriasi : placca (la forma più comune ), guttata, inversa, pustolosa e eritrodermica.

La psoriasi può apparire ovunque sul corpo e fino al 30 % delle persone con psoriasi svilupperanno l’artrite psoriasica, una condizione dolorosa in cui le articolazioni sono infiammate e rigide.

La psoriasi è in gran parte una malattia ereditaria , ma si tratta di geni multipli e forse è possibile contrarre questa malattia da alcuni fattori ambientali.

Cause comuni includono stress, traumi della pelle come scottature o ferite, alcuni farmaci, compresi i farmaci antimalarici, e, nel caso di psoriasi guttata, l’infezione da streptococco.

Psoriasi e impatto psicologico

Poiché la psoriasi si manifesta sulla pelle, vivere con essa può avere un profondo impatto psicologico. Alcune persone con casi lievi possono essere in grado di coprire con successo o controllare i focolai in modo che non siano molto evidenti ad altre persone. Coloro che invece hanno un tipo di psoriasi più grave sono soggetti alle reazioni, ignoranti, delle altre persone. Tra tutti gli aspetti, questo può essere quello più difficile da sopportare per chi vive con la psoriasi .

E ‘importante per i pazienti affetti da psoriasi, trovare il supporto e cure necessarie in modo da poter controllare la loro psoriasi, nonché per poter vivere confortevolmente – emotivamente e fisicamente.

La connessione tra psoriasi e stress

Per alcune persone lo stress è chiaramente una causa primaria per la comparsa di focolai da psoriasi. In un sondaggio del 2004 condotto da ricercatori scandinavi, più di due terzi degli intervistati hanno riferito che la loro psoriasi è stata aggravata da stress, e il 35% ha detto che l’insorgenza della malattia si era verificata durante un periodo di preoccupazione e di stress.

Anche una ricerca definitiva ha dimostrano che l’abbassamento dello stress può migliorare la comparsa di focolai da psoriasi. Lori Leyden, ha avuto la psoriasi per 30 anni ed è l’autore di The Handbook Stress Management: strategie per la salute e la pace interiore”, l’autrice dice che la sua psoriasi è rimasta sotto controllo per gli ultimi 20 anni,  cioè da quando ha iniziato a praticare la gestione dello stress.

Come Curare la Psoriasi anche gestendo lo stress

Meditazione

In uno studio del 1998 presso la University of Massachusetts Medical Center, pazienti affetti da psoriasi che hanno ascoltato i nastri di meditazione di riduzione dello stress durante la fototerapia hanno riscontrato una guarigione più rapida delle loro lesioni cutanee rispetto ai pazienti che non hanno seguiro questo trattamento di meditazione.

Si raccomanda di meditare per 15 a 20 minuti al giorno. È possibile trovare corsi presso centri buddisti e alcuni studi di yoga, si può eventualmente anche cercare  CD e DVD, o anche ascoltare le meditazioni guidate online.

Muoversi

Che si tratti di corsa, ciclismo, nuoto, yoga o semplicemente normali camminate, l’esercizio fisico è ottimo per ridurre lo stress.

“Cerco di correre ogni giorno per circa 40 minuti , e ho notato che riesco ad essere costante, la mia pelle rimane più bella “, dice Lisa Salemme, 24 anni, che ha avuto la psoriasi negli ultimi sei anni. Lisa ha avuto il suo primo focolaio durante il suo primo anno di università, quando aveva smesso di essere attiva per la prima volta nella sua vita.

Imparare a dire di no

Dire di no aiuta a eliminare lo stress e allo stesso tempo ad avere più tempo per se stessi. Dedicare del tempo a se stessi è un ottimo modo per prendersi cura della propria salute e far capire al nostro corpo che gli vogliamo bene.

Richiedi assistenza

Uno studio del 1991 in Clinical and Experimental Dermatology ha riscontrato che i pazienti con psoriasi possono sentirsi estremamente vulnerabili e sperimentare l’isolamento sociale, tuttavia, hanno scoperto che partecipare a un gruppo di sostegno ha migliorato il loro benessere psicologico.

I gruppi di supporto possono essere di grande aiuto, condividere esperienze e strategie per coprire le macchie da Psoriasi può infatti migliorare il modo di vivere questa malattia.

Chiedere un aiuto professionale

Uno studio del 2007 presso la Bloomberg School of Public Health della Johns Hopkins ha valutato 265 persone con psoriasi ed ha riscontrato che nel 32 % dei  casi, le persone erano positive allo screening per la depressione. Molti pazienti affetti da psoriasi traggono beneficio dalla psicoterapia per affrontare lo stress, l’ansia e la depressione associata con la malattia. La psicoterapia può aiutare a sviluppare abilità di gestione della psoriasi. Il dermatologo può essere di grande aiuto in questo caso, mettendo in contatto il paziente con un terapeuta che ha esperienza con pazienti affetti da psoriasi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

12 − undici =