Home / Consigli per dimagrire / Piperina, il pepe nero aiuta la salutei

Piperina, il pepe nero aiuta la salutei

Il pepe nero normalmente è conosciuto per essere usato come spezia, in realtà ha doti molto più significative per la nostra salute di quanto si possa pensare. I ricercatori hanno recentemente scoperto che il pepe nero e il peperoncino, grazie ai loro alcaloidi (rispettivamente Piperina e Capsaicina) sono in grado di ridurre il grasso nella zona della pancia, ridurre la percezione del dolore, ridurre l’infiammazione, e combattere l’artrite.

perdere peso velocementePiperina e dimagrimento

Gli studi hanno accertato che la Piperina e ancora di più la Capsaicina hanno forti effetti sul dimagrimento:

  • Aiutano a perdere peso
  • Aiutano ad aumentare la termogenesi
  • Aiutano a bruciare i grassi
  • Eliminano più facilmente il grasso intorno al giro vita
  • Aumentano il Metabolismo Basale

A queste scoperte seguono altri studi che dimostrano che il pepe nero è in grado di bloccare le complicazioni da diabete, agire come un potente antiossidante e combattere il cancro al colon. Piperina e Capsaicina  hanno dimostrato di aumentare notevolmente la biodisponibilità dei nutrienti dal cibo e da integratori, fornendo quindi la possibilità all’organismo di acquisire più sostanze nutritive.

Tutto questo rende il pepe nero e il peperoncino ingredienti immancabili sulla tavola per migliorare la propria salute!

CapsiMax integratore dimagrante di Capsaicina, Prezzi e offerte

FotoConfezioniDurataSpedizionePrezzoAcquista
CapsiMax
3 Confezioni
3 mesi

180 Capsule
Gratis
€ 138

€ 120

-12%
Acquista
CapsiMax2 Confezioni2 mesi

120 Capsule
Gratis
€ 92

€ 85

-7%
Acquista
CapsiMax1 Confezione1 mese

60 Capsule
€ 4,95 € 45Acquista

Piperina e Capsaicina gli effetti benefici sull’organismo.

 La piperina è il composto fenolico attivo nell’estratto di pepe nero, mentre la capsaicina è il composto fenolico attivo nell’estratto di peperoncino, sono stati studiati per determinare i loro effetti dimagranti, anti-infiammatori e anti-artritiche così come la loro capacità di ridurre la percezione del dolore.

La loro azione dimagrante è data dall’effetto termogenico, entrambi infatti promuovono un aumento della temperatura corporea, in questo modo il corpo aumenta il suo metabolismo basale perchè necessita di maggior lavoro per tenere la temperatura del corpo costante.

Piperina inibisce l’espressione di interleuchina 6 pro-infiammatorie, e MMP13, un gene coinvolto nella promozione di artrite e metastasi. Si riduce la produzione di una prostaglandina pro-infiammatoria, anche a dosi molto basse. Quando somministrato ai ratti artritici, la piperina in modo significativo ha ridotto la percezione dei sintomi del dolore e dell’artrite stessa. L’esame istologico ha mostrato che la piperina ha ridotto significativamente l’infiammazione nelle loro articolazioni. ( Arthritis Research and Therapy , 30 marzo).

Piperina e capsaicina migliorano la digestione e aiutano a perdere peso

piperina capsaicinaMiglioramento della digestione , vuol dire miglioramento della salute intestinale. L’acido Cloridrico è necessario per le proteine ​​digestione e gli altri componenti alimentari. La maggior parte dei problemi digestivi sono il risultato di una mancanza di acido cloridrico piuttosto che troppo. Il pepe nero e il peperoncino ne stimolano le papille gustative e avvisano lo stomaco che di conseguenza si prepara alla secrezione di acido cloridrico, migliorando quindi la digestione. Senza adeguate quantità di acido cloridrico, il cibo non digerito può sedersi nello stomaco per periodi prolungati, portando a bruciore di stomaco e indigestione. Cibo non digerito può anche passare nell’intestino dove può diventare una fonte di cibo per i batteri ostili, la produzione di gas, irritazione, diarrea o stitichezza, gonfiori addominali e aumento di peso. La Piperina e la Capsaicina possono agire come diuretici, riducendo il gonfiore nel tratto intestinale dove promuovono la salute dell’apparato digerente attraverso la loro azione antiossidante.

Piperina e Capsaicina possono anche stimolare la rottura delle cellule adipose, liberando energia e aiutando quindi a gestire il peso.

Inoltre questi due composti, Piperine Capsaicina aumentano la biodisponibilità dei nutrienti da alimenti, migliorando la digestione e liberando più sostanze nutritive per l’assorbimento, il corpo sarà in grado di ricevere tutti i nutrienti necessari per vivere in salute.

La Piperina stimola i trasportatori ammino-acidi nel rivestimento intestinale, regola gli enzimi che metabolizzano sostanze nutritive, e inibisce la rimozione di sostanze dalle cellule. Ciascuna di queste azioni permette ai nutrienti di entrare e rimanere nelle loro cellule bersaglio per periodi di tempo che normalmente sarebbero  più lunghi. Attraverso queste azioni, piperina può trasformare una sostanza terapeutica marginalmente efficace in una altamente efficace aumentando il suo tempo di residenza intracellulare.

CapsiMaxIntegratori di Piperina e Capsaicina

Per voi abbiamo selezionato per il momento un integartore a base di Capsaicina, il CapsiMax. CapsiMax è composto da un estratto purissimo di Capsaicina, è 100% naturale ed ha uno straordinario effetto dimagrante. Questo prodotto è consigliato come termogenico soprattutto alle persone che non possono assumere stimolanti come la caffeina.

Normalmente infatti nei termogenici  (integratori utili a bruciare i grassi) sono presenti ingredienti stimolanti, come la caffeina o il guaranà, che però possono dare tachicardia, quindi sono sconsigliati per le persone Ipertese. Il CapsiMax invece contiene solo Capsaicina che tra l’altro è molto utile per gli ipertesi, studi hanno infatti dimostrato che aiuta ad abbassare la pressione arteriosa.

CapsiMax Prezzi e offerte

FotoConfezioniDurataSpedizionePrezzoAcquista
CapsiMax
3 Confezioni
3 mesi

180 Capsule
Gratis
€ 138

€ 120

-12%
Acquista
CapsiMax2 Confezioni2 mesi

120 Capsule
Gratis
€ 92

€ 85

-7%
Acquista
CapsiMax1 Confezione1 mese

60 Capsule
€ 4,95 € 45Acquista

Piperina e diabete

La ​​glicazione delle proteine è un processo in cui le molecole di zucchero si legano con molecole proteiche senza controllo enzimatico. Il risultato è l’accumulo di prodotti finali che accelerano l’invecchiamento e la degenerazione causata dal diabete. Gli scienziati dell’Istituto Nazionale della Nutrizione in India hanno valutato la capacità di estratti di vari alimenti di origine vegetale per evitare l’accumulo di prodotti finali di glicazione avanzata. Il pepe nero, zenzero, cumino, la cannella e il tè verde mostrato una significativa capacità di inibire questi prodotti finali. ( British Journal of Nutrition , 6 Nov 2008)

Lo stesso gruppo di ricerca ha studiato la capacità delle piante di modificare l’attività reduttasi, uno dei meccanismi implicati nello sviluppo di varie complicazioni secondarie del diabete. Sebbene siano stati creati vari inibitori sintetici di reduttasi, nessuno di essi è stato efficace quando usato in clinica. Estratti da 22 piante sono state testate e 10 hanno mostrato un notevole potenziale inibitorio, con il maggiore potenziale mostrato da pepe nero , spinaci, cumino, finocchio, limone, e basilico. ( Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition ).

Il pepe nero è una potenza antiossidante antiossidanti a proteggere contro l’ipertensione, il diabete, le malattie cardiovascolari e il cancro. I polifenoli sono potenti antiossidanti presenti nelle piante. Il gruppo di ricerca presso l’Istituto Nazionale della Nutrizione in India ha lavorato per generare una banca dati sull’attività e antiossidante fenolico contenuto di alimenti vegetali comunemente consumati in India, e di valutare il contributo del contenuto fenolico per la loro attività antiossidante. Hanno testato alimenti vegetali appartenenti a diversi alimenti gruppi come i cereali, legumi, semi oleosi, oli, verdure a foglia verde, altre verdure, spezie, radici e tuberi. Essi hanno scoperto che di tutti gli alimenti testati, pepe nero ha il più alto livello di attività antiossidante e anche il contenuto fenolico più alto. Attività antiossidante e contenuto fenolico erano i più bassi in olio di girasole. È stata osservata una correlazione significativa tra l’attività antiossidante e fenolica negli alimenti vegetali studiati. ( International Journal of Food Science and Nutrition , giugno 2007).

Piperina contro il cancro al colon

Il Pepe nero inibisce la proliferazione delle cellule del cancro del colon. Uno studio condotto presso l’Università di St. Louis nel Missouri è stato progettato per determinare se il pepe nero, il resveratrolo dall’uva, e cinnamaldeide della cannella avessero effetti anti-prolifici sul cancro al colon. Effetti quantitativi di ciascuna sostanza sulle risposte di concentrazione e andamento nel tempo della proliferazione delle cellule tumorali di colon umano in coltura sono stati valutati. Il pepe nero ha mostrato una significativa attività anti-proliferativa a 24, 48 e 72 ore dopo la somministrazione. ( Clinical Science Laboratory , Estate, 2008)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

tredici − 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.