Home / Consigli per dimagrire / Perdere peso e adolescenza

Perdere peso e adolescenza

Perdere peso nell’adolescenza è certamente uno di quegli argomenti particolarmente delicati. Non per nulla, i soggetti interessati affrontano delle trasformazioni di non poco rilievo e questo tanto per le femmine quanto per i maschi.

In linea generale il soggetto paffutello al momento dello sviluppo acquisisce un peso forma perfetto, andando perciò a perdere peso in maniera normale e tranquilla. Di contro vi sono soggetti che, purtroppo, si sono instradati nell’obesità. Ecco perché è importante per perdere peso più facilmente comprendere le cattive abitudini, andando anche ad analizzare le ragioni per cui un adolescente mangia in maniera errata.

Uno dei classici esempi di cattiva alimentazione è proprio quella data dal mangiare vari generi di snack davanti alla televisione, quasi in forma compulsiva, ipnotica. Non sono pochi, purtroppo, gli adolescenti che fanno questo gesto, senza neppure rendersene conto. Eppure per risolverlo, e quindi perdere peso, basterebbe semplicemente fermarsi, mangiare sano e inserire nella propria dieta gli integratori.

Nella visione complessa legata al dimagrire durante la fase adolescenziale, i genitori debbono porre particolare attenzione anche a due terribili situazioni: la prima è l’anoressia e la seconda è la bulimia.

È anche da sottolineare come gli enti preposti alla salvaguardia della salute pubblica, non abbiano mai intrapreso delle serie campagne divulgative e informative sia nei plessi scolastici sia nei canali più convenzionali come giornali, riviste, televisioni, radio e in special modo internet, riguardanti aspetti di grande importanza come appunto l’obesità, anoressia e bulimia.

In pratica, un compito istituzionale, è stato di fatto delegato alle famiglie, a qualche medico ancora attento al suo giuramento. Eppure, sono aspetti che riguardano la salute dei prossimi quadri dirigenziali di uno stato, rappresentano la futura classe lavoratrice alla quale affidare le sorti di un intero paese, di tutta una nazione. Ciò nonostante, drammaticamente, obesità bulimia e anoressia, trovano spazio solamente in presenza di eclatanti fatti di cronaca, oppure in maniera randomica quando si tratta del mondo delle modelle. Peccato che così facilmente si dimentica che queste tre problematiche, oltre a porre degli alti costi immediati e futuri, sono anche una delle cause di decesso.

Perdere peso deve essere percorso graduale e pianificato anche nell’adolescenza

Come perdere peso quando si è adolescentiFra i giovani, in una età che va dai 12 anni fino ai 25 anni, la bulimia e l’anoressia sono le malattie che provocano il maggior numero di decessi. Per anoressia, secondo recenti dati, muore l’8% di soggetti in età infantile. Come ci si dimentica, con altrettanta, facilità, che l’obesità provoca condizioni di salute davvero pericolose. In Italia vi sono diversi milioni di persone che presentano vari disturbi alimentari. Visto lo stato delle cose, la prima cosa da fare è prendere coscienza del problema. Ammettere che esiste un problema porta a voler cercare una soluzione. Alla base ci deve essere una maggiore coscienza e conoscenza di quello che mangiamo.

Qui il problema non sta se sia meglio evitare il cibo surgelato o se è da schivare il cibarsi di quello che è in scatola. Anche perché è sempre meglio mangiare una ottima verdura anche se fosse surgelata, che ingozzarsi di salse e salsine di varia natura nei vari fast food. I fagioli in scatola potranno anche non essere il massimo, ma una volta ben scolati e lavati sono una ottima fonte di preziosi elementi.

Qui è da capire, magari una volta per tutte, che se si vuole veramente mangiare in maniera corretta, si devono andare ad evitare le concentrazioni massicce di grassi e di dolci. Altra cosa dannosa per i giovani è il fatto che passano le ore o davanti alla televisione oppure giocando con i video giochi. Oramai la classica partita di calcio con gli amici, è divenuta parte di una realtà virtuale.

Si deve essere consapevoli del perché si prende peso

Molti giovani non distinguono più tra la realtà e la finzione, al punto tale che internet è divenuto pullulante di cosiddetti social network. Qui si parla di perdere peso, di sesso e di tante altre cose, delle quali, in generale, nelle famiglie non si presta più alcuna attenzione.

È incredibile constatare quale tipo di società si stia prospettando nell’immediato futuro. Una non conoscenza imperante, una dar peso in maniera ossessiva all’apparenza, dimenticando la sostanza. Il perdere peso fra gli adolescenti rappresenta esclusivamente la punta di un gigantesco iceberg, che le autorità governative non solo sottovalutano, ma non prendono neppure in considerazione.

Le campagne contro il fumo son state ripetute in maniera martellante, però, stranamente, quelle contro l’abuso di alcol no. L’obesità, la bulimia e l’anoressia, dovrebbero rappresentare dei seri campanelli di allarme, che uno stato serio dovrebbe prendere in profonda considerazione.

Questi non sono problemi che possono essere risolti solamente con la buona volontà, non possono essere demandati a chicchessia. Si deve avere il coraggio di affrontarli e di porre in essere tutte le condizioni possibili per cercare di arginare e controllare tali fenomeni così devastanti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

due + diciannove =