Home / Consigli per dimagrire / Il metabolismo e la sua importanza per perdere peso

Il metabolismo e la sua importanza per perdere peso

Uno degli aspetti belli, o secondo il parere di qualcuno brutti, è che l’orologio biologico non sta appresso né alla pubblicità e neppure alle tante stupidità che alle volte si sentono. Al di là dell’aspetto legato al metabolismo, fattore essenzialmente legato al DNA, quando si superano i famosi anta, il corpo inizia a subire profonde e radicali mutamenti.

Se quando eri un ventenne e mangiavi, dopo non molto tempo avevi già bruciato tutto. Oggi, dopo appunto aver superato gli anta il tuo orologio biologico richiede dei tempi diversi. Ragione per la quale, se pensi di essere un eterno ventenne e continuare a mangiare tutto quello che ti passa davanti, sappi che prima o poi il tuo fisico ti presenta un conto davvero salato e, in questo caso, non sarai assolto neppure dal più efficiente metabolismo.

dimagrire-senza-dietaUna delle frasi maggiormente abusate, anche se si deve ammettere essere perfettamente in grado di riassumere il concetto, è proprio quella che recita “Dimmi come mangi e ti dirò chi sei”. La tradizione rimanda come inventore di questo ragionamento a Jean Anthelme Savarin, un celeberrimo gastronomo francese del XIX secolo.

Anche se tendenzialmente non si è portati a darci peso, uno degli elementi centrali della nostra vita è proprio il cibo, al punto tale che riusciamo a parlarne perfino quando stiamo mangiando. Ma quanto è importante il funzionamento del metabolismo per riuscire a perdere peso? A tal proposito è opportuno che tu sappia che il tuo metabolismo basale, che è responsabile di circa il settanta per cento della tua quotidiana spesa energetica, viene ad essere influenzato da parecchi fattori. Vediamone alcuni.

Fattori che influenza il Metabolismo

Gravidanza: nel primo trimestre di gravidanza il metabolismo basale rimane sufficientemente stabile, ma a partire dal quinto mese sale di circa l’otto percento, per arrivare ad un aumento che si aggira fra il quattordici e il ventidue per cento per gli ultimi due mesi di gravidanza.

Allattamento: Per una donna in allattamento il metabolismo basale può anche aumentare fra il e il 6%.

Attività fisica: il tasso metabolico rimane lungamente elevato anche quando hai terminato il tuo impegno fisico.

Clima: secondo il parere degli esperti, il periodo estivo è quello migliore per perdere peso. Secondo gli esperti, si può riuscire a dimagrire perché la colonnina di mercurio sale e il tuo metabolismo aumenta. È a dire il vero il medesimo effetto lo si può avere anche quando le temperature sono particolarmente rigide.

Composizione corporea: vuoi sapere se è più attivo metabolicamente il muscolo o il grasso? Allora sappi che lo è il muscolo. Per cui, ogni chilo di massa muscolare che riesci a guadagnare, potrai riuscire a far aumentare il tuo metabolismo corporeo di oltre un punto di percentuale.

Dimensioni corporee: espresso in termini generali, il metabolismo basale va ad aumentare in maniera parallela all’accrescere della superficie corporea. Ragione per la quale ti è chiaro il perché tendenzialmente le persone dall’aspetto alto e magro siano in possesso di un metabolismo che risulta essere maggiormente veloce rispetto a soggetti che hanno un peso uguale, ma sono di inferiore statura.

Età: come si diceva prima l’orologio biologico ha le sue imprescindibili evoluzioni, prova ne è che quando sei nel periodo dell’infanzia il metabolismo è al massimo, mentre dopo i 30 anni inizia la sua fase calante. Ricorda che fra i sessanta e i novant’anni il metabolismo, e questo ogni decade, ha un calo pressappoco dell’otto per cento.

Genetica: lo abbiamo annunciato all’inizio come la genetica abbia la sua importanza nel far sì che si possa nascere con un metabolismo più veloce oppure con un metabolismo più lento.

Livelli ormonali: nella regolazione del tuo metabolismo corporeo intervengono molti ormoni. In questo senso quelli che risultano essere maggiormente attivi sono quelli che vengono ad essere prodotti dalla tiroide. Ragione per la quale si andrà a parlare di ipertiroidismo nel caso in cui vi sia una produzione in eccesso di tali ormoni, mentre si avrà un ipotiroidismo, un tempo chiamato gozzo, e quindi un reale deficit, quando tale produzione si andrà a rallentare sensibilmente. Ad innalzare l’attività metabolica del tuo fisico può anche intervenire l’adrenalina, che viene ad essere prodotta dalla porzione midollare del surrene, come risposta a determinati stress psicofisici. Inoltre, sono in grado di poter elevare il tuo metabolismo basale, e in maniera importante, tanto il testosterone quanto l’ormone della crescita, accrescendo la sintesi proteica.

Stile di vita: anche questo ha un certo rilievo se vuoi dimagrire. Non per nulla, i soggetti che sono maggiormente sedentari risultano avere un metabolismo che lavora più lentamente rispetto a quelli che sono maggiormente attivi.

Quindi, come hai potuto ben comprendere il metabolismo ricopre un importante incarico nel poter perdere peso, ed è per questa ragione che gli esperti suggeriscono di non praticare in senso lato una dieta che imponga un digiuno.

Questo perché, in tale situazione, il tuo metabolismo andrebbe a rallentare perfino del 20%. Per poter tenere sempre attivo il tuo metabolismo, potrai inoltre contare sugli integratori, prodotti naturali che ti potranno aiutare ad far sì che il metabolismo compia sempre il suo dovere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

sette + 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.