Home / Salute e Bellezza / Edema, cosa è, cosa colpisce, come si tratta

Edema, cosa è, cosa colpisce, come si tratta

L’edema è la ritenzione di liquidi. L’edema può essere più facilmente visibile intorno alle caviglie dopo che si è stati in piedi parecchio tempo. In questo caso si parla di edema periferico. Può anche presentarsi attorno agli occhi, facendoli apparire gonfi. Nei casi più gravi, l’edema si può anche manifestare nei polmoni, facendo sentire il soggetto a corto di fiato. L’edema lieve è solitamente innocuo e può anche essere causato da farmaci o allergie. Comunque rimane un evento da non sottovalutare, in quanto potrebbe essere legato ad una grave forma di malattia. Ragione per la quale è importante rivolgersi al proprio medico. 

Ma cosa è l’edema?

edemaL’edema è una raccolta di liquido negli spazi tra le cellule del corpo. Il fluido non può essere semplicemente eliminato con un ago e, nel caso nel quale la situazione non migliorasse si dovrà ricorrere a dei diuretici. Fra i molteplici tipi di edema vi è quello celebrale, nel quale il liquido si trova nel cervello di solito a causa di infezioni, come per esempio meningite, o a causa di grave malattia del cervello, come ictus o tumore al cervello. L’edema polmonare è invece un accumulo di liquido nei polmoni, episodio che si manifesta in genere a causa di malattie cardiache. Il linfedema è una raccolta di fluido linfatico quando i canali linfatici sono danneggiati, per esempio, a seguito di un intervento chirurgico di cancro al seno. L’edema può essere localizzato, cioè quando si è in presenza di una ritenzione di liquidi in una particolare parte del corpo. Ciò avviene di solito a causa di un infortunio o una reazione allergica. Si parla invece di edema generalizzato quando colpisce tutto il corpo e può essere dovuto ad una non buona condizione cardiaca.

Ma chi è affetto da edema?

Le donne sono più inclini degli uomini all’edema, poiché gli ormoni femminili tendono a causare la ritenzione di liquidi. In alcune donne si possono notare le caviglie gonfie poco prima del ciclo mestruale. I casi di edema si possono manifestare a qualsiasi età. In particolare ne soffrono le persone anziane. Inoltre, specifiche condizioni cardiache o renali, possono costituire condizioni di base che creano l’edema.

Ma quali sono le cause dell’edema?

È quasi impossibile comprendere tutte le possibili cause di edema. Fra le più comuni vi è l’edema idiopatica, termine che gli specialisti utilizzano per indicare una ritenzione di liquidi, che non è provocata da una condizione medica conosciuta. È più comune nelle donne e, a volte può peggiorare quando s’invecchia. Anche se attualmente non è esistente una cura per l’edema idiopatica, avere una dieta sana che sia a basso contenuto di sale può aiutare notevolmente.

Molte persone che soffrono di ritenzione di liquidi sono in sovrappeso e perdere peso può fare una grande differenza per migliorare l’edema. Gli specialisti consigliano una graduale perdita di peso. L’utilizzo di calze elastiche ed un esercizio fisico regolare sono soluzioni molto benefiche. Anche l’evitare lunghi periodi in piedi può aiutare

L’edema polmonare è spesso causato da un’insufficienza cardiaca. Con l’edema polmonare s’intende un eccesso di liquido acquoso nei polmoni. Il fluido si raccoglie in vari alveoli polmonari, il che rende difficoltoso il respirare. Quando il cuore non è in grado di spingere il sangue nel corpo in modo efficiente, la pressione nei vasi sanguigni aumenta, il fluido viene spinto nelle intercapedini, gli alveoli, dei polmoni. Questo fluido riduce la normale circolazione di ossigeno attraverso i polmoni, e può portare alla mancanza di respiro.

L’angioedema è invece una condizione che può causare il gonfiore degli strati più interni della pelle. Questi includono il derma e i tessuti sottocutanei. Colpisce anche i tessuti posti appena sotto la protezione delle vie respiratorie, intestino e bocca, cioè i tessuti sottomucosa. Nella maggior parte dei casi non vi è alcuna causa nota e non è chiaro perché si verifica. Questo si chiama idiopatica angioedema. Pur tuttavia anche se la causa non è nota, in più della metà dei casi vi è un legame con una malattia autoimmune. Altre possibili cause di edema includono anemia, la gravidanza e alcune malattie renali.

Quali sono i trattamenti per l’edema?

Il trattamento dipende dalla causa probabile dell’edema. La maggior parte dei casi saranno gestiti dal medico di famiglia, ma si può essere indirizzati per ulteriori accertamenti e cure in un ospedale.

I trattamenti includono l’esercizio fisico regolare, come camminare o nuotare. Altre valide soluzioni considerate come trattamento per l’edema sono il perdere peso se si è in sovrappeso e l’alzare le gambe su uno sgabello quando possibile, come pure se prescritti prendere dei diuretici.

In caso si dovesse verificare una grave mancanza di respiro o un dolore toracico è opportuno chiamare un’ambulanza. In caso invece di caviglie gonfie lo stare sdraiati dovrebbe essere sufficiente per risolvere il problema legato all’edema. Comunque in ogni situazione è sempre opportuno consultare il proprio medico per scoprire se vi è una causa di fondo. Per evitare l’edema gli specialisti rammentano anche quanto sia importante fare un’attività fisica, camminare regolarmente e avere una sana e controllata alimentazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

5 × 5 =