Home / Salute e Bellezza / Ciclo Mestruale, regolare il flusso con gli integratori

Ciclo Mestruale, regolare il flusso con gli integratori

Il ciclo scandisce almeno quarant’anni della vita di una donna. Estrogeni e progesterone condizionano l’umore, il desiderio sessuale, il funzionamento di cuore e cervello, come pure il metabolismo. Ma, a loro volta gli ormoni vengono ad essere influenzati da quello che mangiamo.

Esperti nutrizionisti sostengono che vi sono numerosi cibi che si possono considerare amici del ciclo e che reputano, pertanto, che l’alimentazione possa andare influenzare i nostri ormoni. Generalmente quando si giudica un alimento si è portati a valutare le calorie, si pensa ai carboidrati, alle proteine ai grassi, alle vitamine e ai minerali, ma mai al fatto che possa essere indicato per quel momento particolare del ciclo.

Ad esempio, è risaputo che la carne rossa fa bene perché è ricca di ferro, ma non che il suo consumo è particolarmente indicato nella settimana del ciclo. E soprattutto chi sospetta che il menù dovrebbe variare in base al tipo di flusso che si può avere durante il ciclo? Eppure gli esperti ricordano che è proprio così.

Se durante il ciclo il flusso risultasse essere abbondante va preferito il filetto o la bistecca di manzo. Se invece fosse scarso è più utile il pesce, che aumenta la perdita di sangue.

L’uovo, al contrario, va sempre bene, però attenzione, perché il suo effetto, come d’altra parte quello di tutti gli alimenti, dipende dal tipo di cibo con il quale si va ad associare. Per esempio insieme al kiwi o al pompelmo frena e riduce il ciclo. Associato con ananas e melone rende il ciclo al contrario più copioso. E questo avviene in quanto i primi frutti contengono sostanze dall’azione fluidificante e i secondi hanno principi a effetto coagulante.

È anche da tener dà conto che sono acquistabili su internet numerosi integratori fitoterapici e alimentari. Questi prodotti naturali forniscono un valido sostegno anche per combattere le varie sindromi che generalmente possono essere concomitanti o antecedenti al periodo relativo al ciclo.

Per regolare il ciclo ci sono anche gli integratori

cicloGli integratori fitoterapici e alimentari, che si possono acquistare online, aiutano durante il ciclo a poter dominare la fame nervosa. Quindi, grazie al loro apporto si potranno evitare di fare particolari abbuffate. Un aspetto importane è pertanto quello vertente il fatto di saper prendere coscienza delle proprie abitudini alimentari.

Molte volte ci si dimentica che l’azione del cibo può variare in base al tipo di cottura. Ad esempio le patate bollite, grazie alla presenza di potassio, possono favorire la diuresi, mentre quelle fritte in olio extravergine d’oliva, con i grassi, aiutano il fegato a smontare meglio gli estrogeni e di conseguenza possono favorire l’ovulazione, e perciò anche in questo caso non si possono prescindere dal momento del ciclo.

Dopo l’ovulazione, nella seconda parte del ciclo, quella progestinica, la maggior parte delle donne si sente gonfia. La dieta, quindi, deve puntare a favorire la diuresi. Se pertanto il problema è la ritenzione, la migliore forma di alimentazione dovrebbe prevedere il consumo di cibi come tutti i vegetali crudi, in particolare sedano, finocchi e insalate e alcune verdure cotte a spiccata azione diuretica, come ad esempio i porri e gli asparagi.

In questa situazione di ciclo è anche suggerito il consumo di pesce di mare, magro e bollito, per stimolar la tiroide e accelerare l’eliminazione dei liquidi. Va bene anche la carne bianca, perché in questa fase del ciclo il ferro serve meno. Si possono anche consumare patate e fagioli, che sono fonti di carboidrati che forniscono energia, ma, a differenza della pasta, sono privi di glutine che fa trattenere i liquidi.

Durante il ciclo si può avere un calo dei livelli di serotonina

In correlazione del ciclo si possono rivelare una sequenza di alterazioni a livello di alcuni neurotrasmettitori, tra le quali si potrebbe evidenziare un calo dei livelli di serotonina. Cambiamenti dell’attività endocrina, della termoregolazione, come pure una alterazione dell’appetito e di umore, possono essere inevitabilmente le conseguenze di un calo di questa sostanza.

Anche in questo caso si rivela determinante l’apporto di integratore a base di estratti vegetali, che si possono anche acquistare online sul web. Ad esempio integratori realizzati con gli estratti della angelica, risultano essere particolarmente utili al fine di poter favorire una certa forma di rilassamento della muscolatura uterina.

Se la mestruazione fa fatica a partire, c’è il dolore tipico del ciclo ma il flusso risulta essere assai scarso, la migliore soluzione è quella di portare in tavola gli alimenti che fluidificano il sangue e che concorrano a stimolare il metabolismo. Più che la carne, utile per il ferro, serve il pesce di mare ricco di iodio.

Velocizza tutte le funzioni dell’organismo e riduce la tendenza del sangue a coagulare, facilitando così la comparsa del ciclo. Lo stesso effetto è anche assicurato da cavolfiori e sedano che, grazie alla clorofilla e allo iodio, eccitano il metabolismo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

quindici − uno =