Home / Salute e Bellezza / Caldo, come “sopravvivere” ad un clima torrido  

Caldo, come “sopravvivere” ad un clima torrido  

A meno di poter trascorrere le vacanze estive in un paese nordico, molto probabilmente durante le ferie si potrà aver a che fare con il caldo. Un caldo che potrà essere più moderato in montagna, ma un caldo senza sconti al mare e in città.

Gli esperti in queste occasioni offrono varie semplici soluzioni per poter affrontare il caldo senza che l’afa, il sudore e i fastidi che sono collegati, possano arrecare troppo disturbo. Durante la torrida estate con il caldo non ci si deve mai dimenticare di reintegrare i liquidi che si vanno a perdere con il sudore. Ogni giorno è necessario introdurre almeno un paio di litri di liquidi sotto forma di acqua, frutta, verdura, e tisane. Un trucco per assicurarsi la quantità necessaria può essere quello di iniziare ogni pasto con un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente.

Con il caldo oltre a dover reintegrare i liquidi che si perdono con il sudore necessita anche assumere vitamine e sali minerali. Questi importanti elementi che con il caldo vanno a perdersi con il sudore, oltre a poter essere reintegrati con una sana alimentazione, possono essere assunti anche utilizzando i numerosi integratori vitaminici che si possono acquistare anche utilizzando comodamente internet.

È forse superfluo, ma è utile rammentare che quando si ha sete è necessario bere, in special modo se fa particolarmente caldo, se si è molto sudati oppure se si è svolta un’attività fisica. Ovviamente l’acqua deve essere fresca e non gelata per evitare spiacevoli conseguenze. L’acqua aiuta anche a drenare i liquidi in eccesso oltre a idratare in maniera ottimale la nostra pelle, rendendola più bella e gradevole anche al tatto.

Se fa troppo caldo, evitare le ore più cocenti

caldoIl consiglio più ovvio fornito dagli esperti è quello di evitare di muoversi nelle ore di maggior caldo. Nella fascia della giornata che intercorre dalle ore 11.00 alle ore 16.00, infatti si raggiunge la massima intensità dei raggi UV, ma anche del calore che può dare origine a fastidiosi eritemi solari.

Se si è sulla spiaggia è suggerito rimanere sotto l’ombrellone. Se il caldo dove essere poi particolarmente fastidioso, accompagnato magari da un’alta presenza di afa, allora si potrà approfittare dell’acqua del mare, oppure si può anche fare una bella e tonificante doccia. Quando fa caldo gli esperti ricordano che è molto importante anche rinfrescarsi spesso, magari solamente il viso o le gambe, senza ovviamente tralasciare il fatto di proteggere la pelle.

Se si soffre il caldo anche durante le ore considerate più fresche, si può anche utilizzare dell’acqua termale spray, che può essere spruzzata sul viso e sul corpo al fine di poter idratare la pelle e nel frattempo rinfrescarsi. L’acqua termale risulta essere anche particolarmente indicata quando si esce dal bagno in mare.

Quando si rientra dalla spiaggia o se si è rimasti in città per combattere il caldo si può anche ricorrere all’utilizzo dell’aria condizionata. Un utilizzo però che deve essere fatto sia con intelligenza e sia con moderazione. Sono da evitare, anche in macchina, le famose temperature polari, che possono arrecare vari fastidiosi inconvenienti.

Caldo asfissiante? Non trasformare l’auto e la casa in una ghiacciaia!

Gli esperti suggeriscono che, per poter combattere in maniera efficace ed efficiente il caldo, la temperatura interna dell’ambiente nel quale viene ad essere utilizzato il condizionatore, dovrebbe essere inferiore fra i quattro e i cinque gradi alla temperatura registrata all’esterno.

A detta degli esperti il migliore sistema per limitare i fastidi che possono essere arrecati dal caldo, rimane sempre quello di rinfrescarsi anche un paio di volte sotto la doccia. L’uso di prodotti detergenti delicati contribuisce in maniera sostanziale a sentirsi meglio. Non per nulla con il caldo il sudore oltre a provocare imbarazzo, può infatti irritare la pelle.

L’ideale sarebbe utilizzare l’acqua tiepida, e questo per evitare pericolosi sbalzi di temperatura, che fra le altre cose alla fine non fanno altro che aumentare il sudore. Una cosa importante da ricordare per limitare il rischio di scottature e la disidratazione della pelle è che appena si esce dall’acqua di mare è opportuno fare una doccia con dell’acqua dolce.

Per quanto riguarda i consigli alimentari per evitare il caldo gli esperti suggeriscono di utilizzare tranquillamente tutti i cibi freschi e di stagione, proprio per evitare complicate e pesanti digestioni. Quindi, semaforo verde a insalate fatte con varie verdure e macedonie con frutta di stagione. Quando fa molto caldo sono da evitare cibi pesanti ed elaborati.

Per non incorrere poi in fastidiosi mal di pancia è anche opportuno porre particolare attenzione alla conservazione dei cibi. Ragione per la quale è da porre cura anche per i cibi che ci possiamo portare sia in spiaggia sia per un pratico e rilassante picnic. Gli esperti ricordano che è sempre meglio utilizzare per il loro trasporto le borse termiche, e questo proprio in considerazione del caldo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

6 − 2 =