Home / Salute e Bellezza / Dieta e Nutrizione: l’importanza degli alimenti per avere ossa forti

Dieta e Nutrizione: l’importanza degli alimenti per avere ossa forti

Per le donne di tutte le età è importante mangiare cibi che contribuiscono a mantenere le ossa forti e sane, dato che le donne hanno un rischio maggiore di osteoporosi rispetto agli uomini.

L’osteoporosi è in gran parte prevenibile con una buona alimentazione ed esercizio fisico. Dopo i 30 anni, si smette di costruzione di massa ossea, ma ad ogni età è possibile collaborare, attraverso l’alimentazione, per mantenere le ossa forti e sane. La chiave sta nel assumere abbastanza sostanze nutritive che sostengono la salute delle ossa.

Il ruolo del calcio, del magnesio e della vitamina D sulla salute delle ossa delle donne.

alimenti per ossa fortiCalcio e magnesio in combinazione con la vitamina D, sono di vitale importanza per la salute delle ossa delle donne. Esigenze di calcio e magnesio sono più elevati per le persone che seguono una dieta occidentale standard (elevato consumo di zucchero, caffeina, carne e alcool e un consumo relativamente basso di verdure a foglia verde e cereali integrali).

Calcio: L’indennità giornaliera raccomandata varia da 400 a 1.200 mg. Buone fonti di calcio sono i latticini, le verdure a foglia verde, la farina d’avena e altri cereali, il tofu, i cavoli, le zucchine, i fagiolini, l’aglio e vegetali marini.

Talvolta se si sa, di non assumere abbastanza calcio con la dieta, e possibile integrare questo minerale con degli integratori di calcio. Il calcio viene assorbito lentamente dal corpo, una dose giusta non dovrebbe superare i 500 mg, un eccesso di questo minerale non procura alcun beneficio, anzi potrebbe anche danneggiare il cuore.

Magnesio: L’indennità giornaliera raccomandata di magnesio è di 500 a 800 mg. Il calcio funziona solo se assunto in combinazione con il magnesio. Buone fonti di magnesio sono verdure a foglia verde, zucchine, broccoli, halibut, cetrioli, fagiolini, sedano e una varietà di semi, tra cui quelli di zucca, girasole, sesamo e lino.

Vitamina D: L’indennità giornaliera raccomandata varia da 400 e 1.000 IU (unità internazionali). È possibile ottenere la vitamina D da circa mezz’ora di esposizione diretta alla luce solare, da cibi e da integratori. Il salmone è una fonte eccellente di vitamina D. Altre buone fonti includono gamberetti, latte fortificato con vitamina D, merluzzo e uova.

Un commento

  1. Tout ces artiϲles sont visiblement plaisants

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

diciassette − tredici =